Dolcezza, gentilezza, tolleranza: frutti dell'albero dello yoga

Conferenza

Amadio Bianchi
conduce: Amadio Bianchi
Quando: sabato 8 settembre
Ora di inizio: 15:15
Ora di fine: 16:30
Dove: Sala Conferenze

Le iscrizioni on line sono chiuse

È possibile prenotarsi durante i giorni dello Yoga Fest direttamente durante la manifestazione. Vi aspettiamo!

Nello yoga "tradizionale", prima ancora di qualsiasi genere di pratica fisica, mentale o spirituale, soprattutto nelle scuole considerate serie, sotto forma di consiglio e non di comandamento, vengono proposti l'esame e la pratica dei principi etici che stanno alla base della disciplina, contenuti negli yama e nei nyama. Tali principi sono vere e proprie radici da cui l'albero dello yoga trae la sua linfa vitale. Il primo (e non per caso) di questi è ahiṃsā, o non violenza. Qualsiasi persona si avvicini al "mondo dello yoga" deve essere preventivamente informata da Maestri e insegnanti che tale principio fondamentale sta alla base della "nostra" disciplina. Inoltre, qualsiasi genere di yoga per coerenza dovrebbe rispettare innanzitutto il principale obbiettivo dello yoga contenuto nel significato della parola stessa che è quello di mantenere unita la parte fisica e la parte non fisica della costituzione di ogni essere vivente ed in seconda "battuta", ma non per questo meno importante, favorire la corretta attitudine attraverso la pratica della non violenza. I frutti di tale etico atteggiamento si manifesteranno nei praticanti sotto-forma di dolcezza, gentilezza e tolleranza.