Giù la maschera: la gentilezza in ogni azione e in ogni pensiero

Yoga e Teatro

Daniela Poggi ed Emanuela Sabbatini
conduce: Daniela Poggi ed Emanuela Sabbatini
Quando: domenica 9 settembre
Ora di inizio: 12:30
Ora di fine: 13:45
Dove: Sala D

Le iscrizioni on line sono chiuse

È possibile prenotarsi durante i giorni dello Yoga Fest direttamente durante la manifestazione. Vi aspettiamo!

Sii gentile quando possibile. È sempre possibile. (Dalai Lama)

La gentilezza è un atteggiamento profondo e molto semplice che nasce dal cuore. Essere gentili non significa comportarsi bene, significa ascoltare il cuore, donare con umiltà e aprire quelle porte che altrimenti resterebbero chiuse. La gentilezza la si può manifestare in ogni azione e in ogni pensiero. Essere gentili con il proprio corpo è una delle priorità nella pratica dello yoga, così come l’amore, il rispetto, la verità e il sorriso sono essenziali nelle asana, nel pranayama e nella meditazione. La gentilezza è nell’espressione, nel tocco, è nel riuscire a far cadere quelle maschere che inevitabilmente spesso indossiamo, interpretando così una realtà che non è realtà. Con la gentilezza possiamo mettere in scena noi stessi, possiamo togliere quelle maschere e nutrire dentro di noi quel sentimento puro che è capace di creare con gli altri degli scambi di amore.

Lo yoga e il teatro si uniscono per trovare quell’armonia che spesso si nasconde e non ci fa essere i veri attori della nostra vita.

I movimenti, le respirazioni, le improvvisazioni sono le basi del corso “Giù la maschera”, ma non solo. È un’esperienza intima con noi stessi ed ognuno interpreterà la propria personalità. Ognuno si sentirà veramente sul palcoscenico della propria vita quotidiana senza paure, senza giudizi ma sono con il cuore aperto.