Yoga e Conoscenza di sé

Pratica yoga

Annalise Bosch
conduce: Annalise Bosch
Quando: domenica 3 settembre
Ora di inizio: 17:00
Ora di fine: 18:15
Dove: Sala C

Le iscrizioni on line sono chiuse

Le iscrizioni on line al sito si sono chiuse il 31 agosto. Potete comunque venire a trovarci direttamente durante l'evento e iscrivervi sul posto. Vi aspettiamo con gioia! :)

Mindsight: Vista della Mente e consapevolezza corporea tramite la pratica di Hatha Yoga

Registrando quello che accade qui e ora, nel momento, entriamo in contatto con quello che veramente sentiamo e sperimentiamo, invece di vagare nei pensieri e nelle interpretazioni. Invece di evitare o razionalizzare sentimenti e sensazioni corporee, le ascoltiamo. La Mindsight, la “vista della mente”, è una forma di attività mentale che allena la mente a divenire consapevole della consapevolezza stessa, a prestare attenzione al momento presente da un punto di vista non giudicante e non reattivo.

Praticando insieme alcuni Yoga asana, sperimentiamo limiti e resistenze e prestiamo attenzione alla qualità che emerge nel nostro organismo Quando ci diamo il tempo per focalizzare l’attenzione, prendiamo consapevolezza dei punti in cui tratteniamo la tensione . Vale a dire , riconosciamo le aree dentro di noi in cui siamo contratti, indolenziti, o doloranti. E’ anche possibile non accorgersi di provare disagio finché non ci si ferma a prestare attenzione a noi stessi. O finché qualcuno non ci fa notare che stiamo trattenendo qualcosa.

Durante questo spazio-tempo del laboratorio si crea un luogo sicuro nel quale lavoriamo sulle nostre questioni personali che si svelano attraverso la pratica. Le sensazione corporee, illuminate della coscienza presente della Mindsight, ci raccontano cosa sta succedendo dentro di noi. Le aree dove siamo contratti sono aree dove in qualche modo tratteniamo un vissuto. Ogni qualvolta abbiamo un’ esperienza dolorosa ci portiamo dietro non soltanto la memoria e le emozioni ad essa connesse, ma la ricordiamo anche a livello fisico. Fortunatamente questo si verifica anche con le esperienze felici!

Esiste una memoria corporea degli eventi, che si esprime attraverso la contrazione di un muscolo, o di un tessuto connettivo, o in un ridotto flusso energetico nella parte interessata che noi in qualche modo colleghiamo all’ evento passato. Per mezzo della condivisione e del Counseling Somatico diventiamo maggiormente consapevoli delle nostre sensazioni corporee e dei pensieri e dei sentimenti ad esse legati, il che ci permette di disattivare il pilota automatico e sperimentare nuovi modi di interagire con noi stessi e gli altri, affinando la nostra pratica di Hatha Yoga.

La coscienza presente, che entra in gioco durante ogni Yoga asana, diventa uno strumento di compassione nei confronti di noi stessi e gli altri, che possiamo usare nel viaggio di crescita e guarigione della nostra vita.